- lega delle cooperative del circondario imolese -
Coordinamento Coop. 2012 arrow Imola Insieme 2007
martedì 15 ottobre 2019
 
 
Imola Insieme 2007
insiemehome.jpg

 Un dialogo fra cooperazione e territorio per affrontare le sfide di oggi e di domani

È questo il tredicesimo anniversario di “Imola Insieme”, un traguardo importante e significativo: importante nell’affermazione di valori umani e sociali, di risultati economici che le nostre comunità sanno esprimere dentro e attraverso lo strumento cooperativo; significativo nella testimonianza di un legame forte e consolidato tra cooperazione e territorio.
Dire cooperazione oggi vuole in qualche modo dire Imola: più di un cittadino su due è socio di cooperativa.
In questi anni abbiamo cercato di rendere conto di quanto i cooperatori imolesi hanno saputo creare nei diversi campi dell’attività umana, dando testimonianza della crescita delle loro aziende, della loro capacità di portare nel mondo il frutto dell’ingegno e della maestria espressa nel nostro territorio. C’è all’interno delle nostre aziende un’esperienza già da tempo consolidata di competitività internazionale: una capacità professionale e tecnologica, una mentalità innovativa che sono requisiti essenziali per le nuove sfide che ci stanno di fronte.
Abbiamo accompagnato le nascita di molte cooperative nei diversi settori dell’attività economica: in particolare in quello dei servizi alle imprese e alla persona. Specialmente nei servizi alla persona, negli ultimi anni, la cooperativa si è rivelata strumento fondamentale per la costruzione di un welfare locale diverso, che veda il cittadino ancora una volta protagonista e non semplice utente o prestatore di manodopera.
Oggi osserviamo con interesse quello che si sta verificando nel vasto settore dell’agroalimentare dove aggregazioni importanti e specializzazioni significative aprono nuove strade per la commercializzazione e la promozione dei prodotti della nostra agricoltura. Sono esperienze importanti che ci hanno rafforzati nella convinzione che la cooperativa è strumento straordinariamente fecondo nel concretizzare risposte non effimere ai problemi delle persone e delle comunità.
Consci di questa esperienza di valori e di risultati, desideriamo aprire con il territorio un dialogo, dando alla manifestazione “Imola Insieme” un approccio di colloquio tra cooperazione e comunità locale nelle sue varie articolazioni, pubbliche e private, per stimolare quella creatività e quell’impegno solidale che le generazioni che ci hanno preceduto hanno indicato come il miglior modo per difendere la propria
dignità di persone, il futuro delle famiglie e la coesione sociale della comunità.
È in questa prospettiva che insieme vogliamo tentare di leggere il nostro tempo, nell’individuare nuove opportunità per una crescita dove nuove iniziative cooperative possono essere per la nostra comunità proposte di lavoro e di protagonismo economico e sociale.
A nostro avviso i cambiamenti che ci chiamano a una responsabilità immediata e che sollecitano il nostro interesse sono fondamentalmente due:
1 Il passaggio da un’economia regionale ad un’economia globalizzata segna un cambiamento in cui la competizione non riguarda più solo le imprese. Territori e comunità sono elementi importanti del confronto. Per questo non si può pensare di essere competitivi da soli. Occorre collaborare, unire le forze, coinvolgendo tutti i soggetti del territorio. La competitività si costruisce mettendo in campo cultura, professionalità, innovazione e dotando i territori delle infrastrutture necessarie per lo sviluppo.
2 Il ridimensionamento dello Stato e degli enti pubblici nella gestione di importanti servizi in cui sono in gioco risorse strategiche come quella dell’energia, che quest’anno proponiamo al centro della riflessione, ci mostra uno scenario nuovo. Ci sono spazi che si aprono, nuove opportunità da cogliere per evitare che le cosiddette liberalizzazioni diventino un semplice passaggio da un monopolio pubblico ad un monopolio privato o nella migliore delle ipotesi ad un oligopolio.
Di fronte ad una realtà così profondamente cambiata in brevissimo tempo non possiamo restare semplicemente fermi al già vissuto, al già sperimentato. È esigenza strategica per tutti, singoli e comunità, recuperare capacità innovativa, gusto del rischio, concretezza nelle risposte, determinazione del costruire insieme.
È tempo di aprirsi a nuove energie!

 

 
 
Top! Top!