- lega delle cooperative del circondario imolese -
home
sabato 14 dicembre 2019
 
 
E' SCOMPARSO IVANO BARBERINI, PRESIDENTE DELL'ALLEANZA COOPERATIVA INTERNAZIONALE Stampa E-mail
barberini.jpg















Ivano Barberini il 4 dicembre 2007 - al 25º di Legacoop Imola

E’ con grande tristezza e cordoglio che abbiamo appreso la notizia della scomparsa, nelle prime ore del mattino del 6 Maggio, di Ivano Barberini, uno dei più prestigiosi dirigenti della nostra associazione, che ha dedicato tutte le proprie energie a promuovere, diffondere e sviluppare la cooperazione e i suoi valori e principi, determinandone anche spesso il successo e un sempre maggior accreditamento da parte di istituzioni e società. 

Ivano Barberini, ha infatti maturato un'esperienza quarantennale nel movimento cooperativo, italiano ed europeo, svolgendo vari ruoli, nel campo della ricerca economica e sociale e della gestione d'impresa. È’ stato dirigente della Coop Modena, Presidente di Coop Italia, Presidente di Coop Emilia Veneto, dal 1978 al 1996 è stato Presidente della Associazione Nazionale delle Cooperative di Consumatori, dal 1990 al 1996 Presidente di Eurocoop e, dal 1996 al 2002, Presidente della Legacoop Nazionale. Infine dal 2001 è stato Presidente dell'Alleanza Cooperativa Internazionale, a testimonianza dei valori e principi che gli erano propri e universalmente gli si riconoscevano e che con grande umiltà, determinazione e credo ha saputo divulgare ed insegnare a chiunque abbia avuto modo di incontrare in italia e nel mondo, nel lavoro e nella vita privata.
 
Dal 2003 è anche stato Presidente dell'Istituto di Ricerche Internazionali Archivio Disarmi, centro di ricerca che studia i problemi del disarmo, della pace e della sicurezza, a livello nazionale e internazionale, dimostrando ancora una volta impegno sociale e coerenza di principi, valori ed idee.  E’ anche per questo che il 14 ottobre 2008 nell’aula magna di Santa Lucia a Bologna il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna, Pier Ugo Calzolari, ha consegnato a Ivano Barberini il Sigillum Magnum, onore toccato in passato a uomini come Shimon Peres (Premio Nobel per la pace), Jacques Delors (Presidente della Commissione Europea) e il Santo Padre Giovanni Paolo Il. E non sono mancati anche in quell’occasione gli elogi e gli auguri di personalità e amici illustri: dall’amica Senatrice e Premio Nobel Rita Levi Montalcini al presidente della Camera Gianfranco Fini fino al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E ci piace ricordarlo in questo giorno anche per l’attenzione che ha sempre rivolto ai giovani, alle speranze che ha riposto in loro, come risorse indispensabili per la crescita il consolidamento e lo sviluppo del movimento cooperativo e dei valori che ne stanno alla base, e come soggetti promotori della nuova imprenditorialità cooperativa, indispensabile alternativa alla imprenditorialità capitalistica ed ottima opportunità occupazionale in un sistema economico libero e democratico. Concludiamo quindi questo breve elogio con le parole di Ivano alla Cerimonia per la consegna del Sigillum Magnum : “Considero questo riconoscimento rivolto ai tanti cooperatori che con impegno, intelligenza e passione hanno saputo costruire una realtà cooperativa particolarmente vitale in Emilia Romagna, Italia e in molti altri Paesi del Mondo. La cerimonia ha rappresentato un'occasione importante di incontro e di rafforzamento della collaborazione tra il mondo cooperativo e quello universitario. Mai come ora la cooperazione ha bisogno del contributo del mondo della cultura, in un rapporto di reciprocità. La diffusione di una cultura di cooperazione, a livello globale, alimenta la comprensione delle ragioni degli "altri" e la "voglia di pace”. E' necessario garantire che i nuovi spazi di libertà personale e Io sviluppo costante delle relazioni interetniche e interculturali si formino nel rispetto dei diritti umani, civili ed economici."La guerra - diceva Bertrand Russell - è la forma estrema di competizione mentre la cooperazione è la compagna naturale della pace". Affermare il ruolo sociale dell’impresacooperativa, farla crescere e prosperare, diffonderne l'idea sono parte essenziale dell'essere cooperatori. E' un compito da perseguire con tenacia, insieme a coloro che vogliono costruire una globalizzazione responsabile, un mercato libero e una società solidale. E' quindi importante che i giovani studenti siano messi in grado di capire che cosa è l'impresa cooperativa e su cosa si regge, conoscano il sistema cooperativo nella sua consistenza, a livello nazionale ed internazionale, i pregi e i limiti della sua azione, si dia loro l'opportunità di unire il sapere al fare; poichè sono i giovani talenti che rappresentano una preziosa risorsa per la cooperazione e il naturale ricambio dei gruppi dirigenti.
 
< Pross.   Prec. >
Alleanza Cooperative
logo-alleanza.png
centenario
centenario legacoop imola
Cooperare per cambiare
banner_cooperare_per_cambiare.png
Wikicoop
banner-wikicoop.png
bilancio di sostenibilitÓ
cooperativa-economia-giusta.png
leganet
leganet.jpg
Vitamina C
Vitamina C
generazioni
banner_generazioni.gif
diventare grandi
diventare grandi 2013
bilancio sociale
Bilancio Sociale 2009
imola insieme
imola-insieme-2012.jpg
tavolo 81 Imola
tavolo494
servizio civile
servizio civile
Fon.Coop
banner_foncoop.png
obiettivo lavoro
obiettivolavoro.gif
Statistiche
Utenti: 4
Notizie: 693
Collegamenti web: 10
Visitatori: 3593827
 
Top! Top!